Generic background bc4f3608210cd778e89adbabcd8aa9935fdd9bf32bc61526d0ce06b0c8a9b69c

ISO 14001

I requisiti della norma ISO 14001:2004 sono organizzati nelle quattro fasi del ciclo di Deming (PLAN, DO, CHECK, ACT) precedute dall’analisi ambientale iniziale e dalla politica ambientale.
Ne consegue che gli elementi fondamentali della norma sono del tutto analoghi a quelli generali di un qualunque Sistema di Gestione Ambientale:
- analisi ambientale iniziale;
- politica ambientale;
- pianificazione;
- attuazione e funzionamento;
- controlli e azioni correttive;
- riesame della direzione.
Ciò che dunque distingue la norma ISO 14001 da un generico SGA è la possibilità di ottenere una certificazione di parte terza che attesti l’aderenza ad uno standard internazionale riconosciuto.
Quindi, una volta che l’azienda ha identificato tutti i requisiti come richiesto dalla norma ISO 14001 e li ha adattati alla propria realtà, essa è pronta per la visita di certificazione.

Le modalità di valutazione dell’azienda ai fini della certificazione sono perfettamente equivalenti a quelle per la certificazione dei sistemi di qualità.
L’impresa che ha sviluppato un SGA in conformità alla norma ISO 14001 e che desidera ottenere la relativa certificazione ambientale deve presentare apposita domanda di certificazione ad un organismo accreditato. Tale organismo è un’azienda o persona fisica che, in forza di un’autorizzazione concessa da un organismo di accreditamento, può procedere alla verifica dell’aderenza del SGA implementato in azienda ai dettami della norma ISO 14001. Attraverso tale domanda l’impresa fornisce informazioni generali su se stessa e sui principali aspetti ambientali, compilando appositi documenti forniti dall’ente, e consegna il manuale ambientale che descrive il SGA e le procedure utilizzate.

Alla domanda di certificazione segue la fase di istruttoria, durante la quale l’organismo di certificazione esamina i documenti presentati dall’azienda e valuta se il suo SGA è adeguatamente definito e documentato secondo quanto previsto dalla norma ISO 14001.
Dopo l’istruttoria i valutatori del gruppo di verifica ispettiva dell’organismo di certificazione si recano presso l’impresa per effettuare la visita di valutazione. Durante tale visita gli ispettori verificano l’applicazione degli elementi del SGA con l’ausilio di check list, effettuando interviste, esaminando le procedure ed i documenti del SGA. 

Al termine di questa procedura viene emesso un rapporto di valutazione, contenente le eventuali non conformità emerse durante la verifica. Le imprese valutate hanno alcune settimane di tempo per rispondere ufficialmente alle non conformità indicando le misure che intendono adottare e i relativi tempi di attuazione.
Se l’istruttoria e la visita di valutazione hanno esito positivo, ossia viene accertato il soddisfacimento di tutte le condizioni per la concessione del certificato, il comitato di certificazione trasmette la proposta al consiglio per la delibera definitiva ed il rilascio della certificazione. Il certificato ha validità triennale e durante questo periodo l’impresa è soggetta a visite annuali di controllo al fine di verificare il corretto mantenimento del Sistema di Gestione Ambientale. In accordo con il regolamento di certificazione dell’organismo coinvolto, l’impresa ha la possibilità di riprodurre il documento di certificazione ed il marchio di certificazione su cancelleria, materiale pubblicitario, articoli promozionali, certificati, pubblicazioni, strutture aziendali, veicoli aziendali. Esistono anche certificazioni rilasciate da organismi non accreditati ma in tal caso il valore della certificazione è ovviamente limitato in quanto questi organismi offrono minori garanzie in termini di credibilità.

La certificazione del Sistema di Gestione Ambientale può essere utile per vari motivi. Innanzi tutto un Sistema di Gestione Ambientale certificato può consentire di avviare un dialogo con l’amministrazione pubblica e gli organismi di vigilanza che superi le tradizionali barriere tra aziende e amministrazione. Un altro vantaggio derivante dalla certificazione è collegato all’uso del marchio. È importante che non si crei confusione con la certificazione del prodotto, per questo il certificato e/o il marchio devono essere accompagnati dalla ragione sociale dell’azienda. I vantaggi che possono derivare dall’uso del marchio sono essenzialmente legati alla sua immagine presso il pubblico e possono essere incrementati attraverso apposite strategie di marketing.